Visualizzazioni totali

martedì 23 settembre 2014

Mud Cake

Buon Martedì Amici

Oggi é il primo giorno d'autunno,  e se proprio devo dire la verità, sono un po' stanca di sentire tanto caldo, di dormire con l'aria condizionata. Un po' di fresco non guasta.

Non mi viene più di apparecchiare la sera in terrazzo per la cena. E' fresco, buio, la sera non ci riesco più.

Siamo nel cambio stagione e va bene così, fa parte della vita, fa parte del tempo.

E proprio perché il tempo é cambiato mi é venuto il desiderio di preparare torte al cioccolato. Da tempo avevo in testa questa torta, la Mud Cake.

Qualche mese fa avevo fatto Cake al Cioccolato, una versione a forma di plumcake. Molto soffice e golosa.

E così dovevo fare la mud cake, e mi é molto piaciuta.


So che molte persone farciscono la mud cake, ma a differenza del Pan di Spagna al Cioccolato, la mud cake é più delicata quando si taglia.

Ma sono certa che farcita é da provare.

A me questa torta é molto piaciuta, é golosa e cioccolatosa. Per la ricetta, dopo aver fatto qualche ricerca ho trovato che la versione di Giallo Zafferanno é molto buona.

Andiamo alla ricetta.

Ingredienti.

200 g di cioccolato fondente
30 gi di cacao in polvere
250 g di burro
200 g di zucchero
3 uova
100 ml di latte
1 bustina di lievito
1 bustina di vanillina
220 g di farina.

Per primo sciogliete a bagno maria il cioccolato fondete, tagliate a pezzettini piccoli. Quando sono sciolti aggiungete il burro, tagliato a pezzetti.

Una volta sciolto il tutto, lasciate raffreddare.

A parte, in una ciotola, sgusciate le uova, unite lo zucchero e sbattete per un po'.

Aggiungete il latte e il composto di cioccolato e burro sciolti. Mescolate bene.

A parte unite la farina, il lievito e la vanillina.

Unite poco per volta all'impasto liquido, setacciando mano a mano che unite la farina.

Prendete uno stampo tondo, imburrate e infarinate e versate l'impasto della torta.

Infornate a 180 gradi, forno statico, per 1 ora.
Buon Appetito.






sabato 20 settembre 2014

Madeleine al Parmigiano Olive e Erbe Aromatiche

Buon Sabato Amici

Era da tempo che cercavo uno stampo per fare le madeleine, e non riuscivo a trovare da nessuna parti.

Non so per voi, ma ho trovato molta difficoltà di trovarli  
Ma in un mercoledì, nel mercato settimanale di Lavinio, in una bancarella stracolma  di pentole, stampi di ogni genere, ho trovato gli stampini per madeleine.

Sono arrivata a casa e mi sono messa subito all'opera. Ho preparato questi deliziosi madeleine salati.

Sono buoni per l'aperitivo di fine estate.

A proposito di fine estate, qui da me sta facendo un caldo pazzesco, umido da morire, ogni tanto il cielo si chiude con tante nuvole nere, ma niente, non piove. E così l'umidità sale ancora di più.


Serve proprio un buon aperitivo fresco e con qualcosa di stuzzicante.

Andiamo alla ricetta.


Ingredienti.

3 uova
150 g di farina
1 cucchiaino di lievito per torte salate
5 cucchiai di olio
15 g di parmigiano
erbe aromatiche : timo, origano, maggiorana, salvia, basilico
sale / pepe
olive verde




In una ciotola sgusciate le uova e sbattere con una frusta a mano.


Aggiungere l'olio, un pizzico do sale e pepe e mescolate.

Unite il parmigiano, le olive tagliate a pezzettini e le erbe aromantiche tritate.

Mescolate bene.

Per ultimo unite poco per volta la farina, mescolata con il lievito. Setacciate e incorporate il tutto.

Adagiate l'impasto nello stampo da madeleine e infornate a 160 gradi, forno statico, per 15 minuti circa.

Buon Appetito.








mercoledì 17 settembre 2014

Polpettine di Ricotta e Spinaci

Buon Mercoledì Amici.

Qui da me é giornata di mercato settimanale e mi sono divertita. Già si trovano un sacco di verdure che a me piace tantissimo, cicoria, broccoletti, cavoli vari, per non parlare di frutta come pere, mele, banane...

Nelle bancarelle dei vestiti ci sono alcuni capi invernali. E' proprio il cambio di stagione.

Durante il giorno la temperatura é gradevole, un po' alta, ma la sera quel freschetto mi fa molto piacere.

E così siamo a metà settembre e per la fine dell'anno manca poco. Un'altro anno é passato, ma vi rendete conto????

Va bene, lasciamo stare questi discorsi, meglio parlare di cucina.

Non so voi, ma io adoro le polpettine di ricotta. Le mie preferite sono le  Polpettine di ricotta e tonno, sono delicate e molto gustose.

Ma avendo gli spinaci nel frigo dovevo in qualche modo usarli. E sono venute polpettine fantastiche.

Da provare assolutamente.

Andiamo alla ricetta.

Ingredienti.

250 g di ricotta di mucca
100 g di spinaci già lessati
1 uovo
noce moscata
sale / pepe
pangrattato
olio di semi per friggere


In una ciotola unite la ricotta, gli spinaci tagliati a pezzettini, l'uovo, sale, pepe, noce moscata e mescolate il tutto.

Successivamente aggiungete il pangrattato fino a dare una lega e diventa compatto.

Preparate le polpettine e lasciate riposare in frigo per 10/15 minuti.

Nel frattempo scaldate l'olio di semi e potete friggere le polpettine.

Potete servire con una salsina di yogurt e cetrioli.

Buon Appetito.








domenica 14 settembre 2014

Quindim

Buona Domenica Amici

Non c'é niente da fare, chi nasce in un'altro paese, ogni tanto ci deve ritornare.

Ritornare alle origine, ritornare a casa, mangiare i cibi dell'infanzia, essere coccolata.

Il mio ritorno é stato doppio, sono ritornata alle mie origine italiane e adesso ritorno al mio paese di nascita.

Capita una mattina, ci si sveglia un po' malinconico, si va' al solito cassetto, dove si trovano le foto, quelle care d'infanzia e si rimani lì fermi per qualche minuti a guardare, a pensare, a ricordare, in qualche modo "ammazzare un po' la nostalgia", come si dice in Brasile.

Si ha voglia di tornare bambini, un po' per ritornare a casa, un po' per stare in famiglia e un po' per mangiare cibo della nonna.


E sempre in quel cassetto si trovano qualche oggetti, un nastrino della fortuna, cose che sembrano banali, ma che hanno un valore inestimabile.

In questo momento non c'é niente da fare, si va in cucina e si prepara una pietanza della nonna.  Ricreando i gusti, i profumi, gli odori di un tempo che non c'é più.

E poi se capita che un'amica di blog ti chiede di partecipare ad una raccolta di ricette brasiliane, allora io ci vado a nozze.........

Cerca che si ricerca, ho pensato ad un dolce brasiliano che piano, piano si inizia ad essere conosciuto in Italia. Il quindim.

E' un dolce tipico della Bahia, e un po' complicato da preparare. Mi spiego. Per fare un buon quindim servono tantissimi tuorli, ma si deve avere la maestria di non risultare un dolce con un odore insopportabile di uova....

E' molto sgradevole sentire solo odore di uova in un dolce, per questo ho sempre trovato molto complicato fare a casa questo dolce,

Allora ho deciso di fare ricerche, ho studiato molte ricette, ho verificato alcune dose degli ingrediente e mi sono scambiata un'idea con la mia amica brasiliana Marcia Rocha / De Colher para Colher, e ho trovato che la sua versione era quella che cercavo.

E' facilissimo da fare, economico e con un risultato a dir poco, delizioso.

Tra una fetta di quindim, un ricordo, la mia giornata é stata quasi perfetta.

Andiamo alla ricetta di quindim facile.







Ingredienti.

4 tuorli
1 uovo intero
250 g di zucchero semolato
50 g di cocco disidratato
200 ml di latte di cocco
1 bustina di vanillina
colorante alimentare giallo (optional)
burro (per imburrare la teglia)


E' molto semplice.

Per primo scaldate un po' di acqua per la cottura a bagno maria.

Nel bicchiere del frullatore unite i tuorli, l'uovo intero, zucchero, il latte di cocco, il cocco grattugiato, la bustina di vanillina e sbattere bene per qualche minuti.

Spegnete il frullatore ed aggiungere qualche gocce di colorante alimentare giallo, per dare un colore tipico del quindim con tanti tuorli. altrimenti potete lasciare così, ma il risultato é un quindim leggermente pallido.

Azionare nuovamente il frullatore.

A questo punto, accendete il forno, funzione statico, temperatura a 180 gradi.

Imburrate uno stampo da ciambellone, versate il composto da quindim, coprite lo stampo con la carta da forno.

Prendete una teglia grande, versate l'acqua calda e adagiate lo stampo con il quindim.

Infornate il quindim per 50 minuti.

Trascorso questo tempo, togliete l'alluminio e lasciate ancora cuocere per altri 10 minuti.

A questo punto il quindim é pronto, togliete dal forno e lasciate raffreddare.

Quando é completamente freddo potete girarlo in un piatto da portata.

Buon Appetito.


 *Con questo dolce partecipo alla raccolta di ricette brasiliana del Blog A Fiamma Dolce






giovedì 11 settembre 2014

Brioche

Buon Giovedì Amici

Dopo aver visto la prima puntata di Bake Off, venerdì scorso, che i concorrenti dovevano preparare la pasta brioche, mi é venuto il desiderio anche a me di fare un po' di brioche per la colazione.

Non é una pasta facile da preparare, e serve tempo di lievitazione, riposo e nuovamente lievitazione.

Per me ci sono voluti 2 giorni. In uno ho preparato l'impasto, ho fatto lievitare per 3 ore, e poi riposo per 12 ore nel frigo. E il giorno dopo nuovamente lievitare, preparare le brioche, lievitare nuovamente e via in forno.

L'impasto risulta appiccicoso, e con il riposo in frigo permette che l'impasto si compatti di più.

E' di una bontà unica. Ogni tanto devo preparare un po' di brioche. Per non parlare del profumo di brioche per casa, quando si inforna queste delizie.

Io cerco sempre una scorciatoia per semplificare il più possibile le ricette. Ho fatto tante ricerche, ho studiato per qualche giorno diverse ricette e tecniche e poi ho trovato la mia strada.

Naturalmente la tecnica di preparazione é sempre la stessa, ho modificato le dosi, e la cottura.

La ricetta che più mi ha convinto é una che si trova nel libro "Un Croissant a Parigi", oltre la ricetta di pasta brioche si trovano le ricette di pasta sfoglia, pasta per croissant e tante altre ricette deliziosa.

Andiamo alla ricetta di Brioche:


Ingredienti

500 g di farina tipo 0
1/2 cucchiai di sale
2 cucchiai di zucchero semolato
5 uova
250 g di burro
25 ml di latte
15 g di lievito di birra fresco
1 uovo per spennellare





Scaldate il latte e aggiungete il lievito e zucchero, lasciate riposare per 10 minuti.

Tagliate il burro a cubetti.

In una ciotola unite la farina, il sale, create una fontana, aggiungete le uova e con una forchetta sbattete leggermente le uova.


A questo punto aggiungete il mix di latte e lievito, Mescolate con una forchetta il tutto. E poi con una frusta elettrica per pane, iniziate a sbattere l'impasto.

Quando l'impasto é ben incorporato iniziate ad aggiungere i pezzettini di burro. Poco per volta e sbattendo sempre fino alla fine dei pezzettini di burro.

Alla fine del burro continuate a sbattere per ancora 2/3 minuti.

Spegnete la frusta, prendete un'altra ciotola, foderate con la pellicola e trasferite l'impasto in questa ciotola foderata. Coprite leggermente con la pellicola e con un canovaccio. Lasciate lievitare per 3 ore.

Trascorso questo tempo, infarinate un piano da lavoro, trasferite l'impasto e fate 3/4 pieghe nell'impasto.

Riportate l'impasto un'altra volta nella ciotola rivestita da pellicola e portate in frigo per 12 ore, oppure tutta la notte.

Trascorso questo tempo, togliete l'impasto dal frigo e lasciate che l'impasto prenda la temperatura ambiente.

Infarinate il piano da lavoro e potete preparare i panini, cornetti, i formatti che volete.

Foderate le le teglie da forno con carta da forno e adagiate le brioche lavorate.

Coprite con un canovaccio e lasciate lievitare ancora per 1 ora.

Accendete il forno a 180 gradi, statico.

Spennellate le brioche con l'uovo sbattuto, e potete poi ricoprire le brioche con granella di zucchero, oppure mandorle, oppure lasciate semplice.

Infornate le brioche per 10/15 minuti, dipende della dimensione delle brioche.
Buon Appetito.